Centarr

Tutte le news con l'arredamento al centro
Arredo Cucina

Vantaggi e svantaggi della cucina con isola

5 Dicembre, 2019
cucina con isola

Il modello di cucina più apprezzato degli ultimi anni è senza dubbio la cucina con isola, diventata molto popolare per via della sua innegabile comodità e per la sua bellezza.

La cucina con isola è quella cucina formata appunto da un’isola, cioè da un blocco quadrato o rettangolare posto al centro della stanza. Questo blocco funge da piano di lavoro e da tavolo, ma nei modelli più moderni generalmente ricomprende anche il piano cottura e alcune scaffalature. La sua caratteristica di avere un grande blocco al centro della stanza rende però questo tipo di cucina inadatto a cucine di piccole dimensioni.

Le cucine ad isola, rispetto alle cucine tradizionali, sono senza dubbio ricche di vantaggi ma presentano anche degli svantaggi: scopriamo assieme quali.

I vantaggi della cucina con isola

Possedere una cucina ad isola riserva numerosi vantaggi. Anzitutto, la cucina ad isola rende l’ambiente arioso e contribuisce a rendere la cucina molto luminosa: la sua posizione centrale e la mancanza di pareti divisorie, oltre che di armadietti e mensole, infatti, non limitano il passaggio della luce nella stanza, illuminando l’ambiente integralmente.

La cucina ad isola è poi molto comoda perché nel blocco che funge da piano di lavoro si trova tutto il necessario per cucinare.

Una cucina con isola è poi la scelta ideale se si hanno dei bambini, perché rende facile controllarli in quanto, essendo aperta sul soggiorno, crea un ambiente unico. A sua volta, questo rende i bambini partecipi di quanto succede in cucina, senza pericolo che possano farsi male visto che gli oggetti più pericolosi possono facilmente essere collocati in zone non raggiungibili dai più piccoli.

Le cucine ad isola, inoltre, dal punto di vista estetico si adattano a qualsiasi tipologia e dimensione di stanza, e questa loro versatilità le rende la scelta perfetta sia per chi ama un arredamento elaborato sia per chi, invece, preferisce uno stile più essenziale e minimalista.

La forma della cucina ad isola, infine, favorisce la convivialità sia con familiari che con amici e terzi estranei: quando, infatti, si presentano degli ospiti, anche inattesi, basta semplicemente aggiungere delle sedie o degli sgabelli in più attorno al piano centrale per poter pranzare o cenare tutti assieme.

Gli svantaggi della cucina ad isola

La cucina ad isola, però, presenta anche degli svantaggi. Certamente non è la scelta ideale se si tende ad essere disordinati o non si ha molto tempo per pulire, visto che, in questo tipo di cucina, tutto si trova a vista.

Dal punto di vista pratico, inoltre, per installare una cucina ad isola è necessario possedere una stanza spaziosa o, se non la si ha, si deve essere disposti a buttare giù dei muri e rinunciare a dello spazio in soggiorno per creare un vero e proprio open space.

Collegato a questo aspetto è inoltre il fatto che, per la sua conformazione, la cucina ad isola lascia molto spazio libero e, quindi, sia i rumori collegati alla preparazione del cibo che gli odori di quest’ultimo si diffondono rapidamente nell’ambiente.

Infine, se si vuole avere una cucina ad isola i vari allacciamenti degli impianti del gas, dell’elettricità e dell’acqua dovranno essere riposizionati e collegati all’isola centrale. Dal punto di vista pratico, questo comporta non solo lo spostamento delle allacciature ma anche la necessità di rifare le tubazioni e quindi anche il pavimento.